Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare sul nostro sito accetterai l'utilizzo da parte nostra dei cookies.

tel. +39065810382
email segreteria@eurosommelier.it

HANNOVER, 1 FEBBRAIO 2017.

E’ stato siglato quest’oggi ad Hannover, presso la sede della European School for Sommelier, un accordo internazionale per la fondazione della scuola in Cina. Protagonisti dell’intesa firmata sono Arcangelo Tomasello, presidente internazionale della European School for Sommelier International, il Mr. Jidong Yin, nominato presidente della European School for Sommelier of China, e Mr. Gao Weihong anch‘egli al timone della sede che sarà inaugurata la prossima primavera presso la città di Liuzhou, nella regione autonoma del Guangxi.

Eurosommelierincina

Da sx: Mr. Umberto Galli Zugaro, Mr. Arcangelo Tomasello, Mr. Jidong Yin, Mr. Gao Weihong

 

La genesi del progetto è stata ripercorsa da Arcangelo Tomasello: al programma di internazionalizzazione lavoriamo instancabilmente dal 2011, aspettavamo maturassero i tempi per poter avviare la fase dell’espansione verso oriente, ufficializzata nell’incontro di quest’oggi. Ho grande stima per Mr. Jidong Yin e Mr. Gao Weihong, appassionati conoscitori della cultura europea, con cui condividiamo da oggi un grande obbiettivo quello di far conoscere l’Europa del food & wine in Cina. Divulgare la nostra cultura, riuscire a trasmettere con passione la vita e le tradizioni di chi vive e lavora quotidianamente nel mondo del vino è l’obbiettivo che insieme abbiamo deciso di perseguire. Nei giorni di collaborazione, abbiamo potuto far conoscere i risultati della fatica e dei successi dei produttori e di chi ogni orno in vigna, in cantina e in ristorazione contribuisce a rendere il vino sempre più un momento sociale di condivisione, confronto e conoscenza.

Alle parole del presidente Tomasello sono seguite quelle del neopresidente cinese Jidong Yin che dopo aver ringraziato per la fiducia accordata e rinnovato l’impegno con cui seguirà l’importante incarico, sottolinea: "da tempo enologi ed agronomi europei stanno operando sul mercato cinese per trasferire le modalità di coltivazione e di lavorazione in cantina per dare vita a prodotti eccellenti, d’altra parte però vi è una grande difficoltà nella divulgazione ai cinesi della cultura del vino e del suo corretto abbinamento ai piatti della nostra cucina. La formazione di Sommelier in Cina è fondamentale per lo sviluppo del settore turistico e della ristorazione, ma solo con metodi qualificati come quelli della European School for Sommelier possiamo supportare professionalmente questo processo di internazionalizzazione e di avvicinamento alle conoscenze europee.”

All’incontro ha preso parte Umberto Galli Zugaro, business development manager della European School for Sommelier che ha condotto e seguito le delicate fasi degli incontri con gli ospiti cinesi. "L'unione di intenti con i nostri partner cinesi è stata fortissima - racconta il manager- abbiamo confrontato metodi didattici e disegnato i piani di formazione da trasmettere nel mercato asiatico e fin da subito abbiamo focalizzato le comuni linee guida di trasmissione dei valori. Il vino è un prodotto enormemente distribuito in Cina e il volume nazionale della produzione è superiore a quello dei paesi storicamente riconosciuti come Italia, Francia Germania e USA, ma non ha quella particolarità di essere una scelta legata alle emozioni. Quello che abbiamo identificato che fosse necessario implementare è la visione culturale del vino, non solo come alimento ma anche come piacere sociale e dei sensi."

 

Comunicato stampa
EUROPEAN SCHOOL FOR SOMMELIERS
Tischlerstraße 12 - Isernhagen, Germany
Phone +49 (0) 5136 - 9720331
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.